Archivi categoria: (non) si butta via (niente)

scegliere un uomo o prendere il volo.

Ho volato sull’aereo più grande tra tutti quelli usati per le tratte europee. L’ha detto una hostess, ho pensato fosse una profezia autoadempiente di titanica memoria. Ho sparso post-it nostalgici su una decina di sedili. Quando non senti l’urgenza di … Continua a leggere

Pubblicato in (non) è un romanzo a puntate, (non) si butta via (niente) | Contrassegnato , , | 1 commento

Saggezza Trivalente, promemoria ad (ab)uso letterario

S.: «Bisogna aprire le finestre ogni tanto, sennò l’aria non cambia mai!» *c: «Mai aprire una finestra se non sai da che parte affaccia»* *perché abitare da tre anni in un monolocale con doppia esposizione non t’insegna solo a che … Continua a leggere

Pubblicato in (non) si butta via (niente) | Contrassegnato , , | Lascia un commento

L’atavica paura delle cose verdi fatta uomo

Quale attendibilità può ispirarti un simile personaggio tanto da spingerti a chiedergli informazioni stradali?

Pubblicato in (non) si butta via (niente) | Contrassegnato | Lascia un commento

Perché, come dice la mia amica S., «mai dire a uno che è bipolare, prima o poi ne troverai uno vero e allora saranno cazzi»*

Cerco una cosa e ne trovo altre quattro. La dimostrazione che sono quadripolare. Quadripolare per quattro che fa sedici di cui non conosco le implicazioni numerologiche ma mi sembra una cifra piuttosto insipida, non fosse altro che si piazza fuori dalla … Continua a leggere

Pubblicato in (non) si butta via (niente) | Contrassegnato , , | 2 commenti