Archivi categoria: (non) è un romanzo a puntate

scegliere un uomo o prendere il volo.

Ho volato sull’aereo più grande tra tutti quelli usati per le tratte europee. L’ha detto una hostess, ho pensato fosse una profezia autoadempiente di titanica memoria. Ho sparso post-it nostalgici su una decina di sedili. Quando non senti l’urgenza di … Continua a leggere

Pubblicato in (non) è un romanzo a puntate, (non) si butta via (niente) | Contrassegnato , , | 1 commento

Trovare nuovi stimoli, in saldo.

Chiara si è iscritta in palestra. Oggi parlerà di sé in terza persona nel tentativo di sdrammatizzare il microdramma di aver scisso la sua personalità multipla ma poco duttile dal suo altrettanto inflessibile corpo. Ha pensato che ci sono un … Continua a leggere

Pubblicato in (non) è un romanzo a puntate | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Lust for Life (…)

(non) buttiamoci giù.

Pubblicato in (non) è un romanzo a puntate | Contrassegnato , | Lascia un commento

Ma la notte paga in contanti

L’80% delle mie amiche ha un secondo nome. Il 50% di queste ha davvero un secondo nome, quindi il 50% ora ha tre nomi su Facebook. Io non ho alcun secondo nome, né su Facebook né altrove. Evidentemente mia madre … Continua a leggere

Pubblicato in (non) è un romanzo a puntate | Contrassegnato , | Lascia un commento

Roger & la camicia di Roger, leggi anche: esattamente *quando* sono diventata seria?

Mentre il mio sottiiile senso dell’umorismo ingrassa a forza di tragicomici scossoni che aspiro a trasformare in una sceneggiatura e inizio a sembrare la patetica caricatura di un camionista tanto che le mie amiche mi attaccano il telefono in faccia … Continua a leggere

Pubblicato in (non) è un romanzo a puntate | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Fino a qui tutto bene.

Ho fissato così tanti appuntamenti col ponte che finirò per buttarmi nel Naviglio Pavese, ingoiare abbastanza (poca) acqua da farmi venire un inizio di leptospirosi e prendere una frecciarossa superfast per andare ad affogarmi nel Tevere dopo un triplo carpiato … Continua a leggere

Pubblicato in (non) è un romanzo a puntate | Contrassegnato | Lascia un commento

Quella volta che svenni alle Colonne e non ero ubriaca.

Non sono mai svenuta ubriaca alle Colonne. In realtà non sono mai svenuta perché ubriaca. L’ultima volta che ho violentemente toccato terra provocando una scossa di 3.5 magnitudo Richter da cui quella crepa nel muro della cucina, non dormivo solo … Continua a leggere

Pubblicato in (non) è un romanzo a puntate | Contrassegnato , , , | Lascia un commento