nomi cose città (aka quello che Erica Mou dovrebbe imparare da Carlo). Parte Prima: Gomma

Sanremo fitta camere per habitué, e pure i fiorai hanno finito le combinazioni di composizioni.
Belén dalla sua ha esaurito le scorte cittadine di crisantemi, auspicando la dipartita della Mrazova: purtroppo la modella ha sfoderato una risata suina su silhouette equina che cozza con la scaletta studiata sul rigor mortis. La sua scalinata di gaffe è “così troppo italiana” da metterla in lista d’attesa per un personaggio di Boris, la sua postura da irresistibile queen of the jungle la condanna all’estradizione.
L’incontenibile cavalla sfuggita diograzie al radiocontrollo non è l’unica manifestazione di giovanil incoscienza sul palco. Qui prendiamo in esame due emanazioni border line della SdDD (sindrome dissociativa della debuttante): piccole donne agli antipodi in una scala che va da A ad A, dove la prima A vale doppio (Ambizione Autoriale) e la seconda fa il jolly (Amore GGGiovane).
Erica Mou vs. Celeste Gaia, aka la Castigatrice della Chirurgia Plastica vs. l’Icona Prossima Ventura del Plastic.
La prima c’ha un nome caramellato ma indossa colori pastello su atmosfere autunnali, sciogliendosi in bocca prima che qualcuno (a torto) la paragoni alla Deschanel. Erica Mou dichiara l’intenzione di invecchiare male, e stavolta ci riesce bene riciclando l’immaginario uncuoreeunachitarra dove le foglie secche sanno di Elisa dei tempi di Luce, ma basta una lampadina a basso consumo energetico per mostrarne tutte le grinze della vasca da bagno del tempo. Molleggiando tra la dichiarazione d’indipendenza dal cliché e l’incarnazione dell’indiependente vestita di canapa, lascia mettere agli altri gli orecchini pesanti, ma si sobbarca l’intera zavorra del Qualunquismo Storico.
La vasca da bagno è un lusso da trilocale. Come il femminismo gommoso della cliente abituale di Muji.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in championship vinyl, non lo sapevo ma lo sospettavo, scottante attualità televisiva e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...